Un Ultimo Tango
Sciabolar di caviglie e prese da brivido nel bellissimo film diretto da German Kral per una produzione di Wim Wenders. Si narra della storia d’amore tra i due ballerini più famosi nella storia del tango, e si mette in scena la storia della loro passione per il tango. María Nieves Rego (81 anni meravigliosi) e Juan Carlos Copes (84 anni un po’ meno meravigliosi) parlano del loro sodalizio lungo mezzo secolo durante il quale si sono amati e odiati attraversando separazioni molto dolorose.
In una Buenos Aires restituitaci con gli occhi della loro memoria, Juan e María raccontano la loro storia, in prima persona con la sonorità ed il fascino intatto dello spagnolo parlato sulle rive del Matanza. Parlano in camera fissa che a volte stacca per dare spazio ai loro interlocutori: un gruppo di giovani coreografi che ricostruiscono i momenti più belli e drammatici della vita della coppia in coreografie meravigliose.
È una narrazione avvincente, carica di tensione ed emozioni non ancora sopite.
Si sente, nelle riprese degli spazi un tempo adibiti a tempio della Milonga, la supervisione affettuosa di Wenders.
C’è un po’ della memoria di Buena Vista Social Club in questo film che sostituisce alla nostalgia per il mambo e la rumba, quella del Tango e della Milonga.
Grande musica e ballerini fantastici che impersonano i due protagonisti: la passionale e volitiva Maria ed il freddo e apparentemente anaffettivo Juan.
All’Anteo solo alle 13:00